VINIFICAZIONE IN “PALMENTI”.

Nella vinificazione in palmenti, ovvero in vasche di diverso materiale (quelli di Poggio Trevvalle sono di cemento grezzo) prive della copertura superiore, le uve non vengono pompate nelle vasche ma sono trasportate direttamente da un nastro elevatore posto alla fine del tavolo di cernita.

Una seconda differenza è che parte delle uve non viene diraspata – sono i migliori grappoli selezionati prima in vigna e successivamente sul tavolo. Invece dei rimontaggi si fanno almeno due follature manuali al giorno.

Se la temperatura supera i 30° si effettuano dei delestage come per le uve che fermentano in serbatoi chiusi.

La svinatura è fatta sempre appena terminata la fermentazione alcolica.