AGRICOLTURA BIOLOGICA E BIODINAMICA.

Tutta la produzione di Poggio Trevvalle è certificata BIO dal 1999. La certificazione BIODINAMICA è invece del 2015, anche se la pratica biodinamica è iniziata già nel 2006. Scegliere di praticare una agricoltura certificata biologica/biodinamica significa principalmente impegnarsi nella tutela della biodiversità ambientale, custodendo il territorio senza inquinare la terra e le acque.

Secondo il metodo biodinamico, la fertilità e la vitalità del terreno devono essere ottenute con mezzi naturali: compost prodotto da concime solido da cortile, materiale vegetale come fertilizzante, rotazioni colturali, lotta antiparassitaria meccanica e pesticidi a base di sostanze minerali e vegetali.

Rendendo vitale la terra ed aumentandone l’attività biologica, le piante crescono in modo naturale, nutrite dall’ecosistema del suolo. La concimazione e la cura del terreno sono quindi finalizzate all’ottenimento e al mantenimento di questo equilibrio, non certo all’incremento delle rese!

L’impiego dei preparati biodinamici, il 500, il 501 e i preparati da cumulo hanno funzione di bioattivatori. Tisane e macerati sono di grande aiuto nell’ottimizzare la strategia di difesa delle vigne.